Auberge de la Gare Hone

Corsi

Sabato 7 Dicembre 2019

Workshop TISANE del Sonno

Le piante amiche del nostro benessere

Insieme alla naturopata Dr.ssa Nadia Pesce scopriremo le proprietà delle principali piante che possono contrastare i disturbi del sonno in modo che le persone possano orientarsi in modo autonomo nella loro vita quotidiana sulla scelta delle piante più adatte alle loro problematiche.

Le tisane verranno anche degustate durante gli incontri ed ai partecipanti saranno fornite tutte le formulazioni ed il sacchetto con la tisana da degustare a casa.

  • Il workshop si terrà Sabato 7 Dicembre dalle ore 14.30 alle ore 17.30 c/o l’Auberge de la Gare di Hone.
  • Durata circa 3 ore.
  • Costo del Corso €25 a persona
  • Numero minimo partecipanti: 10 persone.

Dr.ssa Nadia Pesce Naturopata

L’interesse per la persona nel suo insieme e per le opportunità di miglioramento che possono essere messe in pratica in modo semplice nel quotidiano mi hanno motivato a frequentare con molta passione moltissimi corsi nell’arco di oltre 20 anni.

Queste esperienze formative hanno completato il mio sapere scientifico, conseguito attraverso la laurea in Matematica, ed orientato la mia vita verso le tematiche del benessere che ho coronato con l’attestato in Naturopatia.

Oggi mi occupo soprattutto di corsi divulgativi su varie tematiche, quali oli essenziali, tisane, tecniche di rilassamento, alimentazione, sia nel mio studio a Torino sia in collaborazione con varie associazioni tra le quali il Centro Studi Pannunzio di Torino e la Maison des Anciens Remèdes a Jovencan.


David Zonta Floral Designer

“Sono cresciuto nel mondo del verde, con mio padre floricoltore che mi insegnava a distinguere le piante e a chiamarle per nome, e mi incalzava dicendo ‘guarda meglio’. Da allora non ho mai smesso di osservare e di usare le mani per dare forma alle mie intuizioni, con passione, cura e rispetto.”

David Zonta è un Floral & Garden Designer di Torino. Si occupa di terrazzi, di giardini, di interni, spazi privati e pubblici, e delle persone che ci vivono. Ogni settimana la sua esperienza diventa racconto sulle pagine torinesi del quotidiano La Stampa con la rubrica ‘Stropicciato come un papavero’.

Back to Top